Come posare il parquet

Come posare il parquet

Costi, tecniche e geometrie di posa

Cosa influenza il costo del parquet

Il costo del parquet varia in funzione di:

Qualità: prima scelta (garantisce un colore uniforme e mancanza di nodi) o standard.

Formato: (lamparquet, listoncino, listone); maggiore è lo spessore, maggiore è il costo, infatti un mq. di pavimento realizzato con listoni spessi 22 mm. e larghi 100 mm. può costare più del doppio rispetto ad un mq. di pavimento costituito da listoncini spessi 14 mm. e larghi 70 mm.

Tipo di legno:
indicativamente possiamo dire che le essenze più care sono l’Olivo, le Cabreuva, il Wengè e le più economiche il Rovere, il Faggio e l’Iroko.

Anche il tipo di posa influenza la nostra spesa finale, ad esempio la chiodatura richiede molta più manodopera rispetto all’incollaggio o alla posa flottante ed è quindi più cara.

I metodi di posa

Tra i metodi di posa il più comune è quello dell’incollaggio.
Consiste nell’incollare le doghe ad un sottofondo in cemento o direttamente sul vecchio pavimento con idonei collanti.

Nel caso si utilizzino doghe spesse e massicce, la tecnica della chiodatura garantisce durata ed affidabilità ma non può essere effettuata su pavimenti preesistenti perché i listoni, con incastro a maschio e femmina, vengono inchiodati su manganelli annegati nel cemento.

La posa galleggiante o flottante si impiega per pavimenti prefiniti di grandi dimensioni con incastro a maschio e femmina; può essere realizzata su qualsiasi tipo di sottofondo levigato dopo aver posato uno strato di materiale isolante acustico.
Gli elementi vengono semplicemente appoggiati mettendo del collante negli incastri.

Le geometrie di posa

Una volta scelto il formato ed il tipo legno si deve decidere con quale geometria posare il pavimento.
Le principali e più usate geometrie di posa sono:
Tolda di nave o cassero irregolare
Si posano i singoli elementi, che possono avere anche diverse lunghezze, disponendoli nel senso della loro lunghezza, in modo che le giunzioni di testa avvengano in posizioni del tutto irregolari e variate l’una rispetto all’altra. I listelli possono essere posati paralleli alla parete o in diagonale.
E’ preferibile che gli elementi siano disposti trasversalmente alla fonte principale di luce, allo scopo di ridurre la vista dei giunti.
Cassero regolare
I singoli elementi vengono posati disponendoli nel senso della loro lunghezza, in modo che risultino le giunzioni di testa nella stessa mezzeria o comunque in posizione costante rispetto a ciascun elemento costituente la fila precedente. Anche per questa geometria di posa si può procedere disponendo i listelli paralleli alla parete o in diagonale.
Spina di pesce
Si dispongono i singoli elementi a 90° tra di loro, secondo file parallele e in modo che la testa si unisca al fianco dell’altro. Anche la posa a spina di pesce si può eseguire diritta o in diagonale.
Quadri
I singoli elementi vengono posati in modo da formare dei quadri, alternandone uno in un senso ed uno nell’altro. La posa può essere eseguita sia regolare che in diagonale.
Fascia e bindello
Si posa generalmente una cornice lungo il muro fatta di elementi paralleli l’uno all’altro e si realizza una fascia che delimita la zona centrale costituita da un determinato tipo di geometria, che potrebbe essere ad esempio quella a quadri.

parquet
Geometrie di posa a cassero regolare ed a tolda di nave
parquet
Geometrie di posa a spina di pesce, a quadri ed a fascia e bindello

RelatedPost

Scegliere il parquet giusto


Lascia un Commento

L’indirizzo email non verrà pubblicato.