Le piastrelle in ceramica in commercio

Le piastrelle in ceramica in commercio

Impariamo a riconoscere i tipi di piastrelle più comuni

pavimento piastrelle
Pavimento in piastrelle

Il tipo di impasto e le tecniche di lavorazione danno origine a diversi tipi di piastrelle in ceramica, impariamo a riconoscerle.

Il Clinker

E’ un prodotto ottenuto dalla cottura ad alte temperature di argilla, caratterizzato da una struttura compatta e da buone caratteristiche di resistenza alle sollecitazioni meccaniche, agli agenti atmosferici e all’usura che lo rendono adatto a qualsiasi tipo di pavimentazione o rivestimento. Può essere smaltato, non smaltato, o vetrificato (cioè ricoperto di un sottile strato trasparente).

La Bicottura

Si tratta di un prodotto di particolare pregio sia per le tecnica impiegata per la cottura sia per le materie prime utilizzate; è ottenuto con doppia cottura, la prima per consolidare il supporto e la seconda per stabilizzare lo smalto superficiale. Le piastrelle ottenute sono particolarmente brillanti ma delicate e quindi usate soprattutto per rivestimenti a parete.

Il Cotto

E’ costituito da argille naturali essicate e cotte.
E’ un prodotto di pregio legato alla tradizione ed amato per il suo colore caldo che presenta diverse sfumature in funzione del luogo da cui provengono le argille.
Viene impiegato, in quanto resistente, per pavimentazioni interne ed esterne, quando è posto all’interno generalmente viene trattato con impregnanti per esaltarne il colore e per renderlo facilmente pulibile.

Il grès porcellanato

E’ un prodotto con ottime caratteristiche meccaniche e un livello basso di assorbimento dell’acqua che lo rende ingelivo.
In passato veniva impiegato nelle pavimentazionidi ambienti fortemente soggetti al calpestio come banche, locali pubblici ed industriali, oggi grazie alla varietà di formati e colori presente in commercio è molto usato anche nei ristoranti, nei centri commerciali, negli uffici e nelle abitazioni.
Lucido o opaco può essere impiegato anche come rivestimento per gli interni e per gli esterni.

La monocottura

La cottura simultanea di supporto e smalto superficiale da origine ad un corpo omogeneo che conferisce al prodotto alta capacità di resistenza meccanica ad abrasioni, urti e flessioni. Il prodotto varia a seconda delle argille impiegate per il supporto; se sono esenti da ferro si ottiene la monocottura a pasta bianca o chiara dal supporto grigio chiaro o beige, se contengono ossidi di ferro si ottiene la monocottura a pasta rossa.
In base al dosaggio dei componenti le piastrelle possono diventare greificate o porose e quindi adatte alle pavimentazioni esterne o interne.

La Maiolica

E’ un prodotto poroso formato da un impasto di argille e sabbie il cui supporto viene ricoperto da uno strato di smalto non trasparente che rande le piastrelle brillanti.
Presenta una buona resistenza meccanica ma la porosità lo rende adatto al rivestimento delle pareti interne e sconsigliato per gli esterni.

Il Cottoforte

E’ un prodotto emiliano, che viene realizzato tramite bicottura e poi trattato con smalto coprente dando origine ad una grande varietà di smalti e decori. Presenta una buona resistenza meccanica che lo rende adatto ad ogni tipo di pavimentazione.


Lascia un Commento

L’indirizzo email non verrà pubblicato.