Piastrelle: caratteristiche tecniche

Piastrelle: caratteristiche tecniche

Capire i valori tecnici riportati sulle confezioni

Per valutare la qualità delle piastrelle è necessario conoscerne le norme tecniche.
Le ditte produttrici riportano sulle confezioni caratteristiche e prestazioni che fanno riferimento alle norme nazionali UNI, europee EN ed internazionali ISO.
Nei prossimi paragrafi elenchiamo i parametri principali da considerare per valutare la qualità di una piastrella.

Parametri meccanici

parametri meccanici descrivono:
– la resistenza alla flessione del materiale sottoposto ai carichi ( il cui valore può essere compreso tra 20 e 50);
– la durezza della superficie, misurando la resistenza a graffi e scalfitture ( il cui valore può essere compreso tra 1 e 10);
– la resistenza all’abrasione, che esprime la tendenza del materiale a consumarsi;
– la resistenza all’usura, che indica quanto uno smalto è resistente.

Parametri termo-igrometrici

parametri termo-igrometrici sono quelli relativi alla resistenza: al gelo, alla dilatazione termica, alla dilatazione dovuta all’umidità, ecc.
Per quanto riguarda la resistenza al gelo, una piastrella viene definita ingeliva se, sottoposta ad una lunga serie di cicli di gelo e disgelo, non si stacca.

Parametri strutturali

parametri strutturali descrivono la struttura del materiale, la densità e la porosità (maggiore è la percentuale di assorbimento dell’acqua in relazione alla massa, più la piastrella è porosa).

Parametri chimici

parametri chimici descrivono la resistenza delle superfici all’azione degli agenti chimicamente aggressivi, sottoposte le superfici a determinati acidi si valutano gli effetti, il valore AA indica che non si sono rilevati danni le altre classificazioni che vanno da A a D indicano valori decrescenti fino al risultato di ottenere una superficie del tutto rovinata.
La resistenza alle macchie viene misurata considerando una scala di valori che va da 5 (macchia pulibile facilmente semplicemente con acqua calda) a 1 (macchia indelebile anche con l’impiego di solventi).

Piastrelle: caratteristiche tecniche
Piastrelle

Altri parametri descrivono:
– la resistenza allo scivolamento (le più sicure sono quelle ruvide, non smaltate e compatte);
– la pulibilità, cioè la facilità con cui si rimuove lo sporco, con una scala che va da 1 (massima facilità di rimozione dello sporco) a 3 (minima facilità di rimozione dello sporco);
– l’estetica, cioè la regolarità e l’aspetto superficiale delle piastrelle.
Prima dell’acquisto è importante anche verificare la qualità delle piastrelle (prima, seconda o terza scelta): la prima scelta infatti garantisce un minor numero di piastrelle difettose (massimo 5%), valore che aumenta per le altre categorie.


Lascia un Commento

L’indirizzo email non verrà pubblicato.