Usare pareti in cartongesso per suddividere gli ambienti

Usare pareti in cartongesso per suddividere gli ambienti

Facile da mettere in posa, leggera ed economica

Struttura della parete in cartongesso

Una parete in cartongesso è costituita da una struttura portante fatta di profili in acciaio zincato posati in verticale ed orizzontale.

Al telaio vengono fissate delle lastre con interno in gesso robusto, rivestito con cartone speciale ad alta resistenza meccanica. I giunti tra lastra e lastra vengono poi stuccati e rinforzati con apposito nastro, con lo scopo di mascherare i collegamenti e gli ancoraggi, in genere realizzati con viti autofilettanti.

Lo spessore della parete, può variare in base all’utilizzo di una o più lastre poste da ambo le parti del telaio, o in base alle particolari soluzioni che desiderate adottare; la parete “semplice” è di circa 10 cm con lastre contrapposte, mentre lo spessore della sola lastra è di circa 1 cm.

Esistono in commercio vari tipi di lastre, ad alta resistenza al fuoco, al vapore acqueo, all’umidità, agli urti.

Aggiungendo nell’intercapedine dei pannelli isolanti, come la lana di roccia, si ottengono anche ottimi risultati di isolamento termico ed acustico.

Nei bagni e nelle cucine si devono utilizzare appositi pannelli idrorepellenti, realizzati mediante particolari additivi, ad alta resistenza all’umidità, che possono anche essere piastrellati.

I pannelli o lastre vengono anche utilizzati per controsoffittature, contropareti e per realizzare mobili d’arredo.

Si possono costruire pareti ad elevatissimo isolamento acustico, pareti ad alto isolamento termico, pareti per la correzione delle onde acustiche, resistenti all’umidità e al fuoco.

La possibilità di abbinare spessori, qualità, densità e stratificazione fanno si che le possibilità creative siano illimitate.

Come si rifinisce la parete in cartongesso

posa cartongesso
Stuccare la parete in cartongesso

Si stende con il frattazzo uno strato di larghezza di circa 6-8 cm su tutti i giunti dei pannelli iniziando dall’alto.

Si prende poi il nastro di carta e si fa penetrare lo stucco premendolo con una spatola in modo da eliminare le bolle d’aria.

Se si vuole stuccare un giunto sull’angolo interno, occorre piegare il nastro ad L mentre per gli angoli esterni si usano dei paraspigoli metallici per proteggere gli spigoli.

Sopra il nastro si applica con una spatola larga un altro strato di stucco per spianare la superficie e poi si aspetta che il tutto sia leggermente indurito.

Con una spugna umida si lisciamo i bordi dello stucco e si attende che indurisca completamente prima di stuccare le eventuali irregolarità.

Pro e contro delle pareti in cartongesso

parete cartongesso
Parete in cartongesso

Vantaggi

– Rapidità di posa in opera.

– Lavorazione a secco.

– Riduzione di peso sulle strutture portanti orizzontali (es. vecchi solai in legno).

– Facilità di inserimento nell’intercapedine di tubi per i vari impianti (elettrico, idrico, ecc.).

– Possibilità di modificare la parete con disagi ridotti, rispetto ad una muratura in mattoni.

– Costo contenuto.

Svantaggi

– Poco resistente ad un eventuale posizionamento di tasselli o ganci, per mensole pensili in cucina, librerie, quadri, ecc. se non previa predisposizione in fase di realizzazione.

Potrebbero interessarti

Camera matrimoniale per una giovane coppia


Lascia un Commento

L’indirizzo email non verrà pubblicato.