Mosaico

Mosaico – Tecnica figurativa per mezzo della quale si ottiene un disegno accostando fra di loro schegge o pezzetti (tessere) di pietra, marmo o vetro variamente colorati. Nel mosaico, l ideatore del disegno è generalmente distinto da colui che riporta il disegno sulla parete e da colui che colloca al loro posto le tessere per mezzo di particolari malte o stucchi adesivi. Tecnica pittorica costituita dall inserzione di tessere di forma e dimensioni variabili e di diversa natura (vitrea, ceramica, lapidea, ecc.) e colorazione, entro un supporto murario o pavimentale (nel qual caso viene detto litostrato). L esecuzione di un opera musiva richiedeva una precisa organizzazione del lavoro: l ideazione della composizione; la sua traduzione, in valori proporzionali, alla superficie di supporto; l inserimento delle tessere; cui corrispondevano, rispettivamente le figure del pictor imaginarius, del pictor parietarius, e del musivarius. La maggiore o minore grandezza delle tessere, talvolta disposte in sequenze cromatiche contrastanti, o la loro diversa orientazione rispetto alla superficie di supporto, produceva a distanza particolari effetti di fusione ottica. Tecnica usata per la decorazione pavimentale o parietale, ottenuta mediante l accostamento delle tessere piccoli parallelepipedi o cunei di pietre naturali, paste vitree,terracotta, marmi, madreperla, applicati sulla superficie tramite il supporto di un letto di calce, stucco, gesso o cemento, che garantisce la durevolezza dell opera.

Lascia un Commento

L’indirizzo email non verrà pubblicato.