Bonus Caldaie 2018. Tutte le novità

Novità Bonus Caldaie 2018.

Bonus Caldaie 2018. Le novità
Bonus Caldaie 2018. Le novità

E’ stata definitivamente approvata la legge di Bilancio 2018: legge 27 dicembre 2017, n. 205 recante “Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2018 e bilancio pluriennale per il triennio 2018-2020”.

La legge ha introdotto il nuovo Bonus Caldaie, il quale prevede, a partire dal 1° gennaio 2018,  una detrazione fiscale per chi sostituisce la caldaia con una nuova caldaia a condensazione di classe A e installa le valvole di termoregolazione.

Cos’è il Bonus Caldaie?

Il Bonus Caldaia è quindi una detrazione fiscale sull’acquisto di caldaie ad alta efficienza energetica.

L’importo dello sconto fiscale è previsto in funzione della classe energetica della caldaia e la detrazione fiscale Irpef può avere un importo pari al 50% o al 65%, con  uno sconto maggiore nel caso di rispetto di determinati requisiti che garantiscono una maggior efficienza energetica.

Come funziona il Bonus Caldaie ?

Detrazioni fiscali per l'acquisto di caldaie a condensazione ad altre prestazioni
Detrazioni fiscali per l’acquisto di caldaie a condensazione ad altre prestazioni

Per poter usufruire del Bonus Caldaie, oltre a quanto spiegato sopra, è necessario effettuare il pagamento della caldaia, secondo le modalità previste dalla legge per l’Ecobonus. Quindi dovrà essere effettuato con il così detto “bonifico parlante”.

Si può usufruire del bonus sostituendo, nel periodo che va dal 1° gennaio 2018 sino al 31 dicembre 2018, l’impianto di climatizzazione invernale con una caldaia a condensazione ad alta efficienza energetica, in particolare la detrazione sarà:

al 65%, se:  – si installa una caldaia a condensazione di classe A assieme ai relativi sistemi di termoregolazione evoluti (classi V, VI o VIII) e per impianti dotati di apparecchi ibridi, costituiti da pompa di calore integrata con caldaia a condensazione;
– si installano generatori d’aria calda a condensazione.
al 50%, se si istalla una caldaia a condensazione di classe A senza valvole.

Come per altre detrazioni, lo sconto IRPEF totale, sarà ripartito in 10 quote di pari importo ed ogni quota andrà dichiarata nella dichiarazione dei redditi a partire dall’anno successivo alla spesa.

Per maggiori dettagli sui documenti da conservare e le modalità per usufruire del Bonus Caldaie 2018 si consiglia di leggere la guida dell’Agenzia delle Entrate.

 

Potrebbero interessarti

Detrazioni fiscali 2018: Ecobonus, Sismabonus, Bon…

Cappotto termico, è veramente utile per isolare?

Novità Bonus Mobili 2018


Lascia un Commento

L’indirizzo email non verrà pubblicato.